Lo Svezzamento

di Marianna Pascarella ()

Lo Svezzamento: un'importantissima fase, in cui il bambino passa dall'esperienza di succhiare il seno o il biberon al deglutire cibi solidi.

svezzamentoLo svezzamento è un momento molto importante e delicato nella fase di crescita di un bambino. 
Nei primi mesi di vita i bambini si nutrono esclusivamente con il latte, materno o artificiale, succhiando la sostanza liquida dal seno materno o dal biberon. La nutrizione per un bambino è molto importante, in quanto non rappresenta solo un momento di alimentazione, ma ancor più un momento di accrescimento psicofisico. Si capisce quindi la "criticità" che può assumere il momento dello svezzamento. 
Il periodo ideale per iniziare il divezzamento è dopo il 4°-5° mese, quando gli enzimi gastrointestinali (sostanze che permettono la digestione dei cibi) sono in grado di assimilare i nuovi alimenti. Spesso l'alimentazione tramite il solo latte materno si protrae ben oltre, ma è importante tenere presente che oltre il 6° mese il solo latte non è più grado di coprire il fabbisogno calorico, di ferro, rame e di altri minerali di cui i bambini necessitano. 

Con lo svezzamento il bambino inizia ad assoporare cibi con consistenza, colori, sapori e odori molto differenti da quelli ai quali è stato abituato, per cui è importante fare in modo tale che l’ora del pasto sia un momento piacevole e famigliare. Il pasto diventa sempre più un momento di relazione e comunicazione, per cui la persona che si occupa del pasto dovrebbe essere rilassata e godersi questo momento particolare. 
E’ molto importante porre attenzione ai segnali di fame o di sazietà del piccolo. All’inizio il bambino non sa coordinare la deglutizione, pertanto una piccola parte del cibo fuoriesce dalla bocca, facendo, spesso, erroneamente ritenere che quell’alimento non sia di suo gradimento. In tale senso occorre avere molta pazienza ed il bambino pian piano imparerà. In ogni caso bisogna essere consapevoli che un'alimentazione forzata genera nel piccolo uno stato di conflitto e diffidenza nei confronti del cibo, e talvolta degli stessi genitori.  
Al fine di poter individuare eventuali intolleranze o allergie alimentari, e per dare anche al bambino il tempo di adattarsi al nuovo modo di mangiare, lo svezzamento prevede un cambiamento ogni 5 giorni. Occorre in ogni caso iniziare sempre con alimenti semplici.
Dai un Voto!
1 1 1 1 1
Media 5.00 (288 Voti)

Aggiungi commento



Codice di sicurezza
Aggiorna

 

© Copyright 2006-2019 - I contenuti pubblicati su questo sito sono di proprieta' di Marianna Pascarella - Tutti i diritti sono riservati.
RicetteDalMondo.it e' un sito di FOODIE LAB di Marianna Pascarella - P.IVA IT09215191215 / REA NA-1016927

Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter!
Riceverai gratuitamente le nostre Ricette e le ultime novità direttamente nella tua casella di posta.

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy