Torta mimosa

Ricetta scritta da Marianna Pascarella (aggiornata il )
 

La torta mimosa è la torta più tradizionale che viene preparata per l'8 Marzo, in occasione della festa della donna, al punto tale da essere considerata il simbolo stesso di questa festa. La torta prende il nome proprio dal suo aspetto, in quanto sembra essere vero un fiore di mimosa, grazie alle caratteristiche briciole di pan di spagna che vanno a ricoprire integralmente la torta.

La torta mimosa nella sua versione classica viene preparata con due pan di spagna, uno che serve per la realizzazione della torta stessa, tagliato in tre dischi e farcito, e un altro che viene sbriciolato per permettere l'effetto mimosa. La versione tradizionale di questa torta viene realizzata con una farcitura di crema pasticcera, resa leggermente più delicata grazie ad un po' di panna montata aggiunta alla crema stessa. La crema va poi a rivestire completamente anche tutt'intorno la torta, per permettere al pan di spagna sbriciolato di aderire alla superficie. L'effetto complessivo di questa torta meravigliosamente gialla è bellissimo al punto tale da renderla una delle torte più belle tra le classiche torte farcite. Per non parlare del sapore, semplice, delicato e molto gustoso, che piace proprio a tutti!

DIFFICOLTA': Bassa PREPARAZIONE: 90 minuti RIPOSO: 3 ore COTTURA: 30 minuti
  •  
  •  
  •  
  •  

I Consigli di Marianna

Come scegliere la bagna della torta mimosa

Per la bagna originariamente viene utilizzato il maraschino, in alternativa potete usare il limoncello, che a mio avvisto sta benissimo soprattutto se utilizzate la scorza del limone per aromatizzare il pan di spagna, oppure il liquore Strega o un altro tipo di liquore aromatico. Vi consiglio di utilizzare comunque un liquore che non vi alteri il colore della torta, che dovrebbe rimanere complessivamente giallo. Se non amate i sapori alcolici potrete invece scegliere per una bagna analcolica utilizzando un aroma del gusto preferito, che dovrà poi essere miscelato insieme al classico sciroppo di acqua e zucchero.

Come conservare la torta mimosa

Una volta pronta questa torta farcita può essere conservata per 2-3 giorni al massimo in frigorifero, chiusa in una campana, in maniera tale da proteggerla dall'umidità e dagli odori del frigo. Se preferite potrete anche congelarla a fette, in appositi contenitori per il freezer e lasciarla scongelare a temperatura ambiente all'occorrenza.

Le origini della torta mimosa

Sembra che la torta mimosa sia nata negli anni '50 nella città di Rieti, ideata dal cuoco Adelmo Renzi, titolare di un ristorante del centro città. Sembra però che il dolce raggiunse la sua effettiva notorietà solo negli anni '60, quando lo stesso cuoco partecipò ad un concorso di pasticceria nella città di Sanremo. Chiaramente nella città dei fiori, questa torta che ha proprio l'aspetto di un fiore non poteva non riscuotere un enorme successo, sia per il suo sapore che per il suo aspetto.

Marianna Pascarella

Seguimi su FacebookSeguimi su TwitterGuarda i miei PinGuarda i miei scatti su InstagramGuarda i miei Video

Marianna Pascarella

Marianna è la fondatrice del sito di cucina RicetteDalMondo.it, lanciato nel 2006 come una community di amanti della buona cucina, e ben presto cresciuto fino a diventare uno dei siti di cucina più famosi in Italia.

Marianna è molto attiva sui canali social con i quali mette a disposizione di cuochi casalinghi la sua immensa passione per la cucina.

Se vuoi saperne di più su Marianna, clicca qui!

 
Dai un Voto!
1 1 1 1 1
Media 4.86 (265 Voti)
Mostra i Commenti
 
 

© Copyright 2006-2020 - I contenuti pubblicati su questo sito sono di proprieta' di Marianna Pascarella - Tutti i diritti sono riservati.
RicetteDalMondo.it e' un sito di FOODIE LAB di Marianna Pascarella - P.IVA IT09215191215 / REA NA-1016927