Tartufo di Pizzo: storia e ricetta del gelato calabrese

di Marianna Pascarella ()
Tartufo di pizzo: curiosità

Vanto della pasticceria calabra, il tartufo di Pizzo è un prodotto apprezzato anche all’Estero: ecco preparazione e curiosità

Alzi la mano chi riuscirebbe a resistere di fronte ad una tale delizia: il tartufo di Pizzo non ha eguali, un prodotto tipico della pasticceria calabra da assaggiare assolutamente se in zona.

Si presenta come una pallina – a voler essere precisi una semisfera - spolverata di cacao amaro misto a zucchero, al cui interno si nasconde del gelato alla nocciola e al cioccolato, con al centro un cuore di cioccolato fondente.

E’ stato il primo gelato, in Europa, ad avere ottenuto il marchio IGP.

Leggi anche  10 curiosità sul cioccolato, dai Maya al cinema horror

Storia

La storia del tartufo di Pizzo calabro non è molto antica. La sua creazione risale agli anni 50 ed è legata ad un aneddoto. In vista di un matrimonio Don Pippo De Maria, successore del maestro pasticcere Dante Veronelli nel bar “Gelateria Dante” (ex Gran Bar Excelsior) nel cuore di Pizzo Calabro, si sarebbe ritrovato senza formine per il gelato.

Per sopperire a tale mancanza avrebbe modellato - con il palmo delle sue mani - una porzione di gelato alla nocciola ed una di gelato al cioccolato inserendo all’interno del cioccolato fuso. Dopo un riposo in freezer avvolto nella carta stagnola sarebbe venuto fuori un tartufo di gelato apprezzatissimo da tutti gli invitati. Da lì al successo, il passo è stato breve.

Un’altra versione, che non è incompatibile con la prima, vuole che il tartufo di Pizzo si ispiri all’omonimo cioccolatino torinese a base degli stessi ingredienti.Tartufo di pizzo: la ricetta per farlo in casa

Ricetta

Come è facile dedurre, la ricetta originale del tartufo di Pizzo non è stata divulgata. E’ custodita gelosamente dagli eredi di Don Pippo che la tramandano di generazione in generazione e non c’è tentativo di emulazione che sia sfociato in un risultato identico. Ciò in quanto il metodo di produzione che ne sta alla base prevede esclusivamente materie prime di qualità e la totale assenza di qualsiasi additivo solitamente utilizzato nella realizzazione di prodotti simili industriali.

Volendo, però, si può riprodurlo in casa con risultati soddisfacenti. Iniziate radunando i seguenti ingredienti:

  • Gelato alla nocciola
  • Gelato al cioccolato
  • Cioccolato fondente
  • Cacao amaro in polvere

E procedendo così:

Fate ammorbidire il gelato per poterlo prelevare con un cucchiaio. Trasferite quello al cioccolato all’interno di stampini di silicone o di alluminio a forma di semisfera. Ponete in freezer per almeno 30 minuti. Effettuate la stessa operazione con quello alla nocciola.

Fate sciogliere il cioccolato fondente a bagnomaria - o nel forno a microonde - e versatene una piccola quantità al centro di una mezza sfera di gelato al cioccolato. Posizionate sopra quella alla nocciola e premete bene. Avvolgete la pallina ottenuta nella carta stagnola e fate riposare in freezer per almeno 6 ore, meglio se tutta la notte.

Il giorno seguente riprendete i tartufi dal freezer, eliminate la carta stagnola e versate in un piatto piano del cacao amaro in polvere (che potrete addizionare con dello zucchero semolato). Fatevi rotolare i tartufi in modo da ricoprirli perfettamente, quindi trasferite nei pirottini di carta e servite.

Leggi anche  Come fare il gelato al cioccolato

Dove mangiarlo

A Pizzo Calabro tante sono le gelaterie presso le quali poter gustare un buon tartufo. La gelatiera Enrico, il Bar Domenico Penna ed il Bar gelateria Ercole non sono che alcune delle possibilità. Nel resto d’Italia dovrete andare alla ricerca dei locali che lo commercializzano.

Se l’originale resta un must, negli anni le varianti non sono mancate. Ed è che così che potrete trovare il tartufo di pizzo con ripieno di amarene sciroppate o con il solo gelato alla nocciola all’interno. Ottimo è anche il tartufo di Pizzo al pistacchio.Tartufo di pizzo: dove mangiarlo

Dai un Voto!
1 1 1 1 1
Media 4.93 (42 Voti)

Aggiungi commento



Codice di sicurezza
Aggiorna

 

© Copyright 2006-2019 - I contenuti pubblicati su questo sito sono di proprieta' di Marianna Pascarella - Tutti i diritti sono riservati.
RicetteDalMondo.it e' un sito di FOODIE LAB di Marianna Pascarella - P.IVA IT09215191215 / REA NA-1016927

Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter!
Riceverai gratuitamente le nostre Ricette e le ultime novità direttamente nella tua casella di posta.

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy