Storia e curiosità sullo spritz l'aperitivo più celebre al mondo

di Marianna Pascarella ()
Spritz

Storica bevanda alcolica di origine veneziana, lo spritz è famoso in tutto il Mondo: ecco tutto quello che vorreste sapere a riguardo.

Alzi la mano chi non lo conosce: lo spritz, aperitivo alcolico italiano, trae le sue origini nel Veneto. Ce lo immaginiamo fare bella mostra di sé sui tavoli dei locali veneziani, insieme alle numerose leccornie che ne fanno da contorno, nell’ambito degli aperitivi tanto alla moda da far suscitare un pizzico di invidia che si gustano sul far della sera.

Insostituibile compagno di momenti conviviali con gli amici, lo spritz è inimitabile. Alla fine di una dura giornata di lavoro non c’è niente di meglio da sorseggiare tra una chiacchiera e l’altra. Come ogni bevanda alcolica, però, lo spritz va bevuto con moderazione sia per il suo tasso alcolico che per il contenuto di calorie. Un bicchiere ne ha circa 80.

Leggi anche Come fare lo Spritz

Ricetta Originale

La ricetta originale dello spritz prevede un vino bianco frizzante (prosecco), un bitter ed una spruzzata di acqua frizzante. A completare il tutto mezza fetta di arancia. Le dosi ufficiali dello spritz originale veneziano vogliono uguali quantità di vino bianco frizzante, bitter ed acqua. In linea generale i gradi dello spritz sono 8.

Il celebre aperitivo alcolico si può preparare con diversi tipi di bitter, ma lo spritz veneziano per antonomasia si ottiene con l'Aperol, il cui sapore oscilla tra il dolce e l’amaro e che, con il suo colore che vira tra il rosso e l’arancione, viene utilizzato spesso e volentieri in altri più o meno famosi cocktails.

Spritz Venezia

Storia

Le origini dello spritz si fanno risalire agli inizi dell’Ottocento. Sarebbero legate all'usanza dei soldati asburgici, durante la dominazione austriaca nel lombardo-veneto, di allungare i vini veneti, ben più alcolici delle birre alle quali erano abituati, con l’acqua gassata. Ciò spiegherebbe anche l’origine del nome. Deriverebbe, infatti, dal verbo spritzen, che significa letteralmente "spruzzare". L’abitudine di aggiungere l'Aperol al posto dell’acqua gassata prese piede, invece, a partire dagli anni 20. Negli anni 70, infine, lo spritz divenne una bevanda alcolica popolare in alcune città del Veneto, dove acquisì sempre maggiore fama. Solo con la pubblicità dell’Aperol lanciata nel 2008 e rimasta celebre negli anni, i confini dello spritz si allargarono e il cocktail si diffuse, dapprima nelle regioni limitrofe, poi nel resto d’Italia ed anche all'Estero.

spritz alcolico veneziano

Leggi anche: Cocktail Hugo

Varianti

Impossibile dire quanti tipi di spritz esistano: come spesso accade per tutte le ricette originali, le varianti sono numerose ed i vari gusti derivano dalle eventuali sostituzioni messe in atto. Inutile dire come per i puristi lo spritz sia solo uno, ed una ed una sola sia la possibile ricetta originale. In via generale, tuttavia, si può affermare come le due grandi categorie si dividano tra quella che vede come base alcolica l’Aperol, e quella che vuole il Campari. Viene poi lo spritz bianco, la cui base alcolica è il vino bianco. C’è, infine, lo spritz analcolico, che prevede la sostituzione del prosecco con del semplice succo di arancia. Gli altri ingredienti, invece, rimangono inalterati.

Tra le variazioni sul tema ci sono gli spritz alla frutta, lo spritz Hugo che, nonostante il nome, non è esattamente uno spritz ma un prosecco aromatizzato al sambuco, ed il Pirlo (no, non è uno scherzo) diffuso nel bresciano e che consiste in una bevanda a base di vino bianco (non frizzante), bitter ed acqua gassata.

Con cosa accompagnarlo

Lo spritz si può accompagnare con numerosi finger food come le classiche bruschette - magari in versione mini - gli stuzzichini di pasta sfoglia, le patatine in busta, le olive verdi ed ancora i crostini, magari di polenta con sopra del baccalà mantecato, e qualsiasi altra prelibatezza mignon.

Dai un Voto!
1 1 1 1 1
Media 5.00 (18 Voti)

Aggiungi commento



Codice di sicurezza
Aggiorna

 

© Copyright 2006-2019 - I contenuti pubblicati su questo sito sono di proprieta' di Marianna Pascarella - Tutti i diritti sono riservati.
RicetteDalMondo.it e' un sito di FOODIE LAB di Marianna Pascarella - P.IVA IT09215191215 / REA NA-1016927

Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter!
Riceverai gratuitamente le nostre Ricette e le ultime novità direttamente nella tua casella di posta.

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy