Questo sito contribuisce alla audience di

Smoothie, milkshake, estratti e centrifugati: qual è la differenza?

di Marianna Pascarella ()
Smoothie, milkshake estratti e centrifugati

A chi è poco esperto potranno sembrare sinonimi, ma in realtà non lo sono affatto. Ecco quali sono le caratteristiche che distinguono smoothie, milkshake, estratti e centrifugati

Una delle ultime mode nei locali, nei bar e persino nei supermercati sono gli smoothie , i milkshake gli estratti e i centrifugati, colorati bibitoni di frutta e verdura che ci aiutano a fare il pieno di salute e di energia.

A decretarne il successo è la sempre maggiore attenzione per uno stile di vita sano, che prevede, tra le altre cose, il tentativo di introdurre nella propria alimentazione più frutta e verdura. Uno dei principali consigli di nutrizionisti e esperti è infatti quello di inserire nella nostra dieta quotidiana almeno 5 porzioni di frutta e verdura, che siano il più possibile varie, di stagione e a kilometro zero e mixando anche colori diversi per cercare di assumere tutti i nutrienti più salutari.

Leggi anche come fare  Dragon Fruit, il frutto che sembra uscito da Game of Thrones

Perché allora non provare a sostituire una di queste porzioni con un goloso frullato o con un succo di frutta? Semplici e veloci da preparare, smoothie, centrifugati, estratti e milkshake sono perfetti per la colazione e per la merenda, perché ci danno l’energia giusta per affrontare anche le giornate più stressanti e impegnative. Sebbene a molti questi termini possano sembrare sinonimi, in realtà ci sono alcune differenze che distinguono queste quattro preparazioni. Ecco quali sono.

Smoothie

Lo smoothie è una bevanda fresca e gustosa e molto salutare. Si prepara passando la frutta e la verdura che più ci piacciono nel frullatore, ma al contrario del milkshake non prevede necessariamente l’aggiunta di latte e yogurt (se non di qualche cucchiaino per rendere il tutto più consistente e compatto), ma si può preparare anche solo con acqua o con l’aggiunta di un po’ di ghiaccio tritato.

A renderlo inconfondibile è la consistenza spumosa e vellutata, che dà anche il nome alla preparazione, che si ottiene proprio grazie alla sua preparazione particolare.

Vista la sua versatilità, esiste uno smoothie praticamente per ogni momento della giornata e per ogni stagione. Basta trovare gli ingredienti che ti piacciono di più.Smoothie, milkshake estratti e centrifugati 2

Milkshake

Il milkshake è un frullato di frutta e zucchero a cui viene aggiunto gelato o latte freddo. Anche in questo caso per prepararlo serve il frullatore (o, in alternativa, un minipimer).

Visti gli ingredienti impiegati, è evidente che i milkshake siano già così più sostanziosi degli smoothie (e anche di centrifugati e estratti che vedremo più sotto), ma per renderli ancora più ricchi – anche se, ahimè, meno salutari – si possono aggiungere panna montata, praline e frutta secca.Smoothie, milkshake estratti e centrifugati 4

Leggi anche  Milkshake al cioccolato

Centrifugato

Il centrifugato è un succo di frutta e verdura che si prepara con un particolare elettrodomestico che separa la polpa e la fibra dalla parte liquida dei vegetali: la centrifuga, appunto. Basterà mettere i vegetali, comprensivi di buccia, nella centrifuga e azionare il tutto per ottenere un succo completamente biologico e molto nutriente, solitamente composto da una parte liquida e una schiuma sulla superficie che vanno mescolate bene prima di berlo.

Si tratta di un vero concentrato di sali minerali, che va bevuto immediatamente, se non vuoi che perda tutte le sue incredibili proprietà benefiche. Le vitamine e gli enzimi, invece, rischiano di deteriorarsi a causa dell’alta velocità, del calore prodotto e dell’aria incamerata durante la rotazione delle lame che compongono il meccanismo.

Attenzione però: non tutta la frutta è adatta a questo tipo di preparazione. La frutta troppo polposa (banana, avocado e datteri, ad esempio) e la frutta secca e essiccata, rischiano infatti di impastare il meccanismo della centrifuga.Smoothie, milkshake estratti e centrifugati 5

Estratto

Gli estratti di frutta e verdura somigliano molto a dei centrifugati, ma si preparano con l’estrattore, un elettrodomestico che estrae tutto il succo dei vegetali con una coclea in plastica, che ruota a basse velocità estraendo tutto il liquido. Rispetto a un centrifugato, quindi, ci vorrà un po’ più di tempo per preparare un estratto, ma vitamine e enzimi rimarranno inalterati, a tutto vantaggio della salute, e il prodotto ottenuto sarà anche quantitativamente di più rispetto a quello ricavato dalla centrifuga.

Anche gli estratti vanno bevuti subito per beneficiare appieno delle loro tante proprietà nutrizionali e, come per i centrifugati, è meglio evitare i frutti più polposi e la frutta essiccata, se non vuoi inceppare il meccanismo del tuo estrattore.Smoothie, milkshake estratti e centrifugati 6

Dai un Voto!
1 1 1 1 1
Media 4.93 (54 Voti)

Aggiungi commento



Codice di sicurezza
Aggiorna


© Copyright 2006-2018 - I contenuti pubblicati su questo sito sono di proprieta' di Marianna Pascarella - Tutti i diritti sono riservati.
RicetteDalMondo.it e' un sito di Mediaweb di Salvatore D'Onofrio - P.IVA 07569981215 / REA 895056

Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter!
Riceverai gratuitamente le nostre Ricette e le ultime novità direttamente nella tua casella di posta.

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy