Pesto di pistacchi la ricetta originale e 5 varianti

di Marianna Pascarella ()
Pesto di pistacchi: le varianti

Sfiziosa alternativa a quello genovese, il pesto di pistacchi risulta altrettanto versatile: eccone 5 varianti tutte da provare.

Quella del pesto di pistacchi è una ricetta siciliana capace di conferire a numerose preparazioni, non solo primi piatti, una marcia in più. Se siete stanchi del solito pesto a base di basilico, il pesto di pistacchi di Bronte potrebbe fare per voi. Unitelo agli spaghetti, spalmatelo sui crostini, aggiungetelo al ripieno di strudel salati: porterà in tavola un tocco di novità.

Se avete in mente di prepararlo in casa, sappiate che le possibili varianti sono numerose, tutte degne di nota o comunque perfette per soddisfare le diverse esigenze alimentari. Se solitamente gli ingredienti imprescindibili della ricetta originale, oltre la frutta secca, sono l’olio, il parmigiano, i pinoli, l’aglio ed il basilico, realizzare delle versioni più o meno ricche è davvero semplice.

Leggi anche  Semi: come usarli in cucina

Se siete in cerca di motivazione, sappiate che, tra la frutta secca, i pistacchi hanno il primato di contenere più potassio. Sono inoltre capaci di fornire energia e non contengono colesterolo. Attenzione, però, al loro elevato contenuto calorico: consumateli con moderazione.

1. Pesto di pistacchi vegan

Perfetto per chi abbia scelto di seguire un’alimentazione priva di prodotti di origine animale, il pesto di pistacchi vegan non prevede l’utilizzo del formaggio grattugiato, grana o pecorino che sia. Per realizzarlo in poche mosse, fate sbollentare i pistacchi per 5 minuti in acqua bollente, quindi scolateli ed eliminate la pellicina, che verrà via molto facilmente, strofinandoli anche con un canovaccio. Tritateli con il mixer insieme a qualche foglia di basilico, tanto olio di oliva quanto ne basta per ottenere un composto denso e cremoso, del sale e del pepe a piacere.

2. Pesto di pistacchi con ricotta

Il pesto di pistacchi con ricotta è ancora più cremoso dell’originale. La ricotta serve anche per alleggerirlo, cosicché possiate utilizzarlo ugualmente qualora vogliate stare leggeri a tavola. Eliminate dalla ricetta tradizionale il formaggio grattugiato – o diminuitene la dose - e aggiungete ai pistacchi un paio di cucchiai di ricotta fresca. Mescolate bene per farla amalgamare completamente e utilizzate a piacere il composto ottenuto. Ma fate attenzione, perché il pesto di pistacchi con ricotta è da consumare sul momento o, al massimo, il giorno seguente (in questo caso ponetelo all’interno del frigorifero): tale preparazione, per sua natura, non ammette una lunga conservazione.

3. Pesto di pistacchi e zucchine

Realizzare il pesto di pistacchi e zucchine è un gioco da ragazzi. Per prepararlo potete tagliare a cubetti una zucchina piccola ben pulita, quindi aggiungerla nel bicchiere del frullatore insieme ai pistacchi e frullare il tutto. Potete scegliere se utilizzare la zucchina da cruda o da cotta. In questo caso potete sempre farla saltare per qualche minuto in padella con poco olio su fiamma sostenuta. Tra le erbe aromatiche perfette per profumarlo ci sono la menta fresca ed il basilico. Unitene qualche foglia per regalare al pesto un aroma eccezionale.Pesto di pistacchi: 5 varianti

Leggi anche  Alimenti da riscoprire: 10 cibi italiani dimenticati

4. Pesto di pistacchi e rucola

Il pesto di pistacchi e rucola è caratterizzato da un sapore piccantino, ed è perfetto per condire primi piatti semplici ma sfiziosi. Ottimo insieme agli spaghetti, si prepara unendo qualche foglia di rucola ai pistacchi direttamente nel bicchiere del frullatore. Per un gusto più deciso potete aggiungere poco pecorino grattugiato. Il pesto di pistacchi e rucola si presta ad essere spalmato sui crostini, e completato con pomodorini a pezzi, per aperitivi sfiziosi.

5. Pesto di pistacchi e mandorle

E per finire, una variante del pesto di pistacchi ricca e perfetta per piatti appaganti. Preparare il pesto di pistacchi e mandorle non richiede che pochi minuti. Unite agli ingredienti della ricetta originale anche una parte di mandorle (tostate) diminuendo la dose dei pistacchi. Tritate bene il tutto fino ad ottenere un composto abbastanza liscio, quindi utilizzate a piacere, anche con gli gnocchi di patate. Lo stesso procedimento si può utilizzare anche con le noci o con le arachidi.

Dai un Voto!
1 1 1 1 1
Media 4.90 (49 Voti)

Aggiungi commento



Codice di sicurezza
Aggiorna

 

© Copyright 2006-2019 - I contenuti pubblicati su questo sito sono di proprieta' di Marianna Pascarella - Tutti i diritti sono riservati.
RicetteDalMondo.it e' un sito di FOODIE LAB di Marianna Pascarella - P.IVA IT09215191215 / REA NA-1016927

Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter!
Riceverai gratuitamente le nostre Ricette e le ultime novità direttamente nella tua casella di posta.

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy