Pandoro senza lattosio

Ricetta scritta da Marianna Pascarella (aggiornata il )
 

Il pandoro senza lattosio è una versione senza burro e senza latte del sofficissimo pandoro di Natale. Una scelta salutistica, legata ad eventuali problemi di allergia o di intolleranza alle proteine del latte, che permette nonostante tutto di non rinunciare al classico dolce a stella delle feste. Affinchè quest'anno la tavola imbandita sia davvero una grande soddisfazione per tutti e senza rinunce.

Il pandoro senza lattosio è una ricetta che ho visto realizzare qui alla mia amica Federica, ed essendo lei la maestra dei dolci senza burro, mi sono affidata alla sua ricetta, apportando solo qualche piccola modifica, più che altra sulla modalità di lievitazione, per allungarne i tempi di conservazione. Il risultato è stato un pandoro super soffice che ha superato a pieni voti, non solo all'assaggio di tutta la famiglia, ma anche alla difficilissima prova di resistenza al palato del giudice più duro da convincere: mio figlio Alessandro, che da mesi è lontano da qualunque forma di latticino, solo per poter mangiare una fetta!

DIFFICOLTA': Bassa PREPARAZIONE: 90 minuti RIPOSO: 24 ore COTTURA: 50 minuti
  •  
  •  
  •  
  •  

I Consigli di Marianna

Vi assicuro che nonostante questa sia una variante sul tema, e probabilmente qualcuno arriccerà il naso, questo pandoro pur rispettando la rigida restrizione del burro, ingrediente di cui sapete bene il pandoro "originale" ne è ricco, essendo la sofficità, la sfogliatura e il profumo delle sue caratteristiche imprescindibili, è in verità un dolce di tuto rispetto! Anzi... vi dirò che quando ho visto on line l'esistenza di un pandoro senza lattosio (di una nota marca) ho subito proposto a mio figlio, con una forte intolleranza al lattosio, ma una grande passione per il pandoro, di acquistarglielo per Natale, se lo avessi trovato. Lui molto scettico al riguardo, mi ha risposto di tutta sorpresa di non prenderglielo, perchè poi alla fine i dolci senza lattosio sono una delusione. Ma vi dico che quando ha assaggiato questo pandoro, fatto da me, è rimasto senza parole, ha detto che è anche migliore dell'originale! La cosa mi ha dato una gioia immensa, perchè se siete mamme capirete il dolore di non poter dare al proprio figlio quella fetta di dolce che lui vorrebbe. In più la lunga conservazione di questo prodotto, grazie alla lunga lievitazione, gli ha garantito una fettina di dolce per ogni giorno delle feste!

Quanto si conserva il pandoro?

Il pandoro senza lattosio si conserva per 7-10 giorni ben chiuso in un sacchetto per alimenti.

Quale farina scegliere?

Se volete realizzare il pandoro come ho fatto io, con una lunga lievitazione, vantaggio che sinceramente ho voluto regalare a questo grande lievitato, considerando che già gli ho tolto il burro, ingredienti a lui molto caro, dovrete scegliere una farina molto forte. Io ho utilizzato una farina manitoba con un elevato valore di proteine e W>360. Non sottovalutate la scelta della qualità della farina per ricette come questa! Se invece volete procedere alla preparazione del pandoro in un'unica giornata, dovrete aumentare la quantità del lievito di birra e potrete usare anche una farina 0 meno forte.

Marianna Pascarella

Seguimi su FacebookSeguimi su TwitterGuarda i miei PinGuarda i miei scatti su InstagramGuarda i miei Video

Marianna Pascarella

Marianna è la fondatrice del sito di cucina RicetteDalMondo.it, lanciato nel 2006 come una community di amanti della buona cucina, e ben presto cresciuto fino a diventare uno dei siti di cucina più famosi in Italia.

Marianna è molto attiva sui canali social con i quali mette a disposizione di cuochi casalinghi la sua immensa passione per la cucina.

Se vuoi saperne di più su Marianna, clicca qui!

Dai un Voto!
1 1 1 1 1
Media 4.33 (6 Voti)
Mostra i Commenti
 
 

© Copyright 2006-2021 - I contenuti pubblicati su questo sito sono di proprieta' di Marianna Pascarella - Tutti i diritti sono riservati.
RicetteDalMondo.it e' un sito di FOODIE LAB di Marianna Pascarella - P.IVA IT09215191215 / REA NA-1016927