L’Olio dei Papi: una scelta di qualità

di RicetteDalMondo.it (aggiornata il 31-03-2022)

Ingrediente di base di una dieta sana e bilanciata, l’olio extravergine di oliva è un’ottima fonte di energia, ed è il grasso alimentare più facilmente assimilabile dall’organismo.

Ricetta L’Olio dei Papi: una scelta di qualità
 

L’olio extravergine di oliva che contribuisce alla corretta funzionalità dell’intestino, alla stimolazione della digestione, alla regolazione della funzione epatica, a migliorare l’assorbimento delle vitamine liposolubili, a tenere sotto controllo il colesterolo, a rallentare l’invecchiamento cellulare, ha effetti preventivi nei confronti di aterosclerosi, osteoporosi e diabete e, soprattutto, cosa assolutamente da non sottovalutare, contribuisce a migliorare il sapore dei cibi!

L’olio extravergine di oliva è l’unico condimento, completamente di origine vegetale, che contiene quasi esclusivamente trigliceridi, pertanto risulta ricco di grassi monoinsaturi, e ricco di vitamine, tra cui la vitamina E e il β-carotene, precursore della vitamina A, oltre a molte altre componenti antiossidanti.

Chiaramente, per sfruttare al meglio tutti gli effetti benefici di questo ingrediente, occorre utilizzarlo in modo corretto e senza esagerare, per assicurarsi solo il meglio da ogni cucchiaino di questo “oro” prezioso.

C’è olio e olio…

Quando si parla di olio spesso si fa confusione e non si sa bene cosa acquistare e cosa portare in tavola. E’ bene dunque chiarire una volta per tutte che l’olio extravergine di oliva è il prodotto della spremitura delle olive, raccolte con cura e lavorate con attenzione. Può fregiarsi dell’appellativo “extravergine” solo il prodotto di prima qualità.

L’olio d’oliva (e ancora più i vari oli di semi) è invece un prodotto di seconda scelta, che non solo nel piatto non porta tutti i profumi e i sapori fruttati di quello extravergine, ma rispetto a questo non mantiene neanche tutte le preziose caratteristiche appena viste.

Ecco perché la scelta dell’olio extravergine d’oliva non dovrebbe mai essere sottovalutata e bisognerebbe prendersi un po’ di tempo per conoscere i frantoi che lavorano con attenzione verso il prodotto, imparando anche a leggere le etichette.

L’Olio dei Papi: l’olio che valorizza tradizioni, valori e passione per il territorio

L’Olio dei Papi è un Olio Extra Vergine di Oliva dal gusto unico, intenso e deciso, ottenuto direttamente dalle olive esclusivamente mediante procedimenti meccanici. Viene estratto a freddo da olive accuratamente selezionate e molite fresche dopo la raccolta a mano dagli ulivi secolari coltivati nella zona dell’Agro Pontino e Frusinate. 

È sottoposto ad un rigido disciplinare di produzione che ne definisce le caratteristiche chimiche e fisiche, facilmente consultabile dal consumatore, nell’apposita sezione del sito.

L’Olio dei Papi viene prodotto da una filiera di produttori locali, così che siano garantiti il rispetto della tradizione olivicola e l’ottimizzazione di una produzione moderna, che segue tutti gli standard internazionali di sicurezza alimentare.

Obiettivo del marchio è quello di dare forza economica agli ulivicoltori ed ai frantoi del territorio, riattivando un meccanismo in sofferenza che a sua volta produce reddito e cultura olearia, e recuperando delle tradizioni centenarie altrimenti destinate all’oblio.

Qualche cenno storico

Il marchio L’Olio dei Papi affonda le sue radici nel basso Lazio, dove ricerche storiografiche hanno riportato alla luce la storia della nascita delle piantagioni di ulivi, frutto di cospicui investimenti dello Stato Pontificio. Sembra infatti che durante l’anno Mille, ad opera delle comunità monastiche, fu eseguita un’opera di bonifica dei terreni con l’impianto di nuove piante di ulivo e di vite. In seguito, nel 1700, fu proprio lo Stato Pontificio, nella figura di Papa Pio VI, che introdusse un importante provvedimento, con il quale veniva concesso un premio per ogni olivo messo a dimora. Ciò contribuì a dare un nuovo slancio all’agricoltura, in particolare quella legata alla coltivazione degli olivi e alla produzione delle olive.

Il legame con lo Stato Pontificio rimane oggi anche per quanto riguarda il consumo. L’olio qui prodotto infatti viene da secoli preferito a consumato dai papi e oggi l’Olio dei Papi è un prodotto accreditato presso l’albo fornitori della Santa Sede (Città del Vaticano).

Un semplice piatto di pasta al pomodoro, una fresca insalata mista, una fumante pizza napoletana, una fetta di pane casereccio… sono alcune delle immagini che vengono alla mente quando si parla di olio extravergine di oliva. E l’Olio dei Papi è quell’olio in grado di coronare le doti di un piatto.

Dai un Voto!
1 1 1 1 1
Media 5.00 (2 Voti)
Mostra i Commenti