I cibi della cucina afrodisiaca

di Marianna Pascarella ()
cucina afrodisiaca

Gli alimenti capaci di accendere il desiderio sessuale negli uomini e nelle donne: dal peperoncino alla frutta secca, ecco gli insuperabili.

Lungi dall'essere un’invenzione moderna – nonostante molte aziende ci marcino sopra – i cibi afrodisiaci vengono utilizzati fin dall'antichità. Cosa sono? Semplicemente degli alimenti popolarmente o scientificamente ritenuti capaci di favorire l’innescarsi di sensazioni di piacere e di favorire, così, dei memorabili incontri sessuali. Del resto, il significato di afrodisiaco parla chiaro: si riferisce a sostanze capaci di “eccitare lo stimolo ed il potere sessuale”.

Oltre le ostriche, esistono numerosi altri alimenti afrodisiaci per uomini e per donne da tenere in considerazione in vista di un incontro amoroso. Quella che segue è una lista dei cibi afrodisiaci – totalmente naturali – da includere in una cena romantica.

Leggi anche il  Menù di San Valentino

Peperoncino

peperoncino

Non possiamo che iniziare dal re incontrastato tra gli alimenti afrodisiaci, ossia il peperoncino. Favorirebbe l’eros per via della capacità – confermata da studi scientifici in merito - di stimolare la circolazione sanguigna nei genitali maschili. La capsaicina contenuta all'interno di una delle spezie più utilizzate nel mondo è la responsabile del calore avvertito sulla lingua a suo contatto. Utile per ravvivare il sapore di molti piatti, non può assolutamente mancare come valore aggiunto nel menù di una cenetta a due.

Ostriche

ostriche

Insieme ai frutti di mare, le ostriche sono notoriamente considerate afrodisiache grazie al loro contenuto di zinco, pronto a favorire la produzione dello sperma e del testosterone nell'uomo e a facilitare l’ovulazione nella donna. Che si tratti di una credenza o meno una cosa è certa: trovare un piatto a base di ostriche in tavola non può che migliorare l’umore e favorire un dopocena scoppiettante.

Leggi come preparare le Ostriche al limone

Cioccolato

cioccolato

Le sue virtù afrodisiache lo rendono, non a caso, l’alimento più regalato a San Valentino. Il potere del cioccolato in tal senso deriva da una combinazione di sostanze - e conseguenti effetti - in esso contenute. Ricco di caffeina – eccitante per eccellenza – di teobromina, che agisce sul cuore stimolandolo, e di feniletilamina, responsabile della produzione dell’endorfina, si tratta di un peccato di gola da gustare tête-à-tête.

Zenzero

zenzero

Tra i poteri della spezia c’è quello di costituire un valido vasodilatatore e di favorire quindi, indirettamente, l’afflusso di sangue nei genitali maschili provocando l’erezione. Ciò che è certo è che un pizzico di zenzero, con il suo sapore piccantino, non guasta di certo su molte pietanze: nel dubbio perché non provare a grattugiarne un pizzico, rigorosamente fresco, sui vostri piatti?

Vino

vino

Quale bevanda riuscirebbe a riscaldare meglio l’atmosfera nell'ambito di una serata intima? Un bicchiere di vino - grazie ai polifenoli in esso contenuti - sarebbe sufficiente a migliorare la sessualità nella donna, a rilassarsi insieme e ad abbassare i freni inibitori. Rosso o bianco non importa, purché ne abbiate a disposizione almeno una bottiglia ma non eccediate con le dosi. L’ubriacatura non va di pari passo con una performance sessuale di successo.

Leggi anche  Come organizzare la cena di San Valentino

Zafferano

Le proprietà afrodisiache dello zafferano sarebbero conosciute da anni, addirittura dall'antica Grecia. La spezia – tra le più costose al mondo per via della sua produzione artigianale - sarebbe capace di stimolare l’appetito sessuale risvegliando la passione. Regola nei fatti il flusso sanguigno e stimola le fibre uterine. Servite alla vostra dolce metà un buon risotto allo zafferano, la farete felice. 

Leggi anche come fare il Risotto allo zafferano

Frutta secca

frutta secca

E chiudiamo con la frutta secca. Tra gli ingredienti imprescindibili dei pranzi afrodisiaci di corte nel Medioevo, mandorle e noci in particolare avrebbero il potere di favorire gli incontri amorosi. A rafforzare tale tesi la loro forma che, con il guscio, somiglia a quella degli organi genitali femminili. Studi scientifici hanno dimostrato come le noci, consumate regolarmente, sarebbero capaci di aumentare l’afflusso di sangue al pene. Le mandorle, invece, stimolerebbero la fertilità nell'uomo.

Dai un Voto!
1 1 1 1 1
Media 5.00 (15 Voti)

Aggiungi commento



Codice di sicurezza
Aggiorna

 

© Copyright 2006-2019 - I contenuti pubblicati su questo sito sono di proprieta' di Marianna Pascarella - Tutti i diritti sono riservati.
RicetteDalMondo.it e' un sito di FOODIE LAB di Marianna Pascarella - P.IVA IT09215191215 / REA NA-1016927

Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter!
Riceverai gratuitamente le nostre Ricette e le ultime novità direttamente nella tua casella di posta.

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy