Castagnole

Ricetta scritta da Marianna Pascarella (aggiornata il )
 

Le castagnole o favette sono tra i dolci di Carnevale più conosciuti, che fanno parte della tradizione culinaria di varie regioni d'Italia, dove queste deliziose palline di frolla, più o meno della dimensione di una castagna (da cui il loro caratteristico nome) vengono fritte e spolverizzate con lo zucchero a velo o ripassate nello zucchero semolato, per diventare dei piccoli bocconcini, così teneri e deliziosi che uno tira l'altro ed è davvero difficile resistere alla tentazione di mangiarne ancora e ancora. Gli ingredienti principali di questo dolce tanto amato da grandi e piccini sono: farina, uova, zucchero, burro e lievito. A seconda delle tradizioni poi possono essere aromatizzate con scorza di agrumi, essenza di vaniglia o liquori aromatici. Anche se normalmente sono fritte, in olio di semi, burro o strutto, non mancano le varianti più leggere che prevedono invece una cottura al forno.

Le castagnole, conosciute anche anche zeppole o tortelli, a seconda del luogo dove vengono preparate, sono un tipico dolce fritto di Carnevale, preparate in genere anche a Natale, addirittura la preparazione delle castagnole copre tutto il periodo delle feste, da Natale a Carnevale. Insieme a chiacchiere, tortelli e stelle filanti rallegreranno le tavole delle feste arricchendole di gusto.

DIFFICOLTA': Bassa PREPARAZIONE: 20 minuti COTTURA: 10 minuti
  •  
  •  
  •  
  •  

I Consigli di Marianna

Con le quantità indicate otterrete circa 40 castagnole. A seconda dei gusti e delle esigenze potrete decidere di variare leggermente le dimensioni ottenendone una quantità differente.

Come fare delle castagnole di Carnevale perfette. Per ottenere delle perfette castagnole cercate di preparare un panetto di pasta morbido e compatto, potrete lasciarlo riposare un po' prima di procedere alla formazione delle palline, la pasta tenderà ad acquistare elasticità. Formate delle castagnole non troppo grandi e possibilmente tutte delle stesse dimensioni. Durante la cottura abbiate cura di controllare costantemente la temperatura dell'olio per ottenere un fritto dorato e asciutto.

Come conservare le castagnole. Le castagnole possono essere conservate un paio di giorni, mantenendo la loro fragranza; ma come ogni fritto è certamente più delizioso se mangiato subito. Appena fatte queste castagnole sono morbide dentro e croccantine fuori, che si sciolgono in bocca una dopo l'altra!

Marianna Pascarella

Seguimi su FacebookSeguimi su TwitterGuarda i miei PinGuarda i miei scatti su InstagramGuarda i miei Video

Marianna Pascarella

Marianna è la fondatrice del sito di cucina RicetteDalMondo.it, lanciato nel 2006 come una community di amanti della buona cucina, e ben presto cresciuto fino a diventare uno dei siti di cucina più famosi in Italia.

Marianna è molto attiva sui canali social con i quali mette a disposizione di cuochi casalinghi la sua immensa passione per la cucina.

Se vuoi saperne di più su Marianna, clicca qui!

Dai un Voto!
1 1 1 1 1
Media 4.95 (356 Voti)
Mostra i Commenti
 
 

© Copyright 2006-2021 - I contenuti pubblicati su questo sito sono di proprieta' di Marianna Pascarella - Tutti i diritti sono riservati.
RicetteDalMondo.it e' un sito di FOODIE LAB di Marianna Pascarella - P.IVA IT09215191215 / REA NA-1016927