Castagne: proprietà, benefici e controindicazioni

di Marianna Pascarella ()
Castagne, benefici e controindicazioni

Le castagne sono uno dei frutti più buoni dell’autunno, ricche di principi nutritivi e altre sostanze che le rendono uno degli alimenti più preziosi che la stagione autunnale offre.

Le castagne più che il frutto, sono in verità il seme della pianta del castagno. A dirla tutta il frutto è rappresentato dal riccio, che è la parte “pungente” che racchiude la castagna, anche se comunemente ci si riferisce alla castagna come al frutto della pianta.

La pianta fiorisce in estate e regala in suoi frutti solo in autunno. Il castagno ha infatti un ciclo di fruttificazione piuttosto lungo, che dura addirittura 4 mesi, in assenza di siccità (quest'ultima allunga l'attività vegetativa).

Leggi anche  Come cucinare le castagne

Proprietà e benefici

Le castagne sono composte da un’elevata percentuale di acqua, addirittura il 50% del frutto, e la rimanente è invece composta da carboidrati, proteine, fibre e grassi. Tra i minerali più importanti troviamo il fosforo, importante per i tessuti nervosi; lo zolfo, indispensabile per la robustezza delle ossa; il potassio indispensabile per rinforzare i muscoli; il magnesio, ottimo per migliorare l’umore; oltre a sodio, calcio, zinco, ferro, rame e manganese.

Inoltre sono anche ricche di acido folico, indispensabile per chi soffre di anemia e particolarmente indicato per le donne in gravidanza.

Grazie all’elevato contenuto di fibre alimentari, le castagne aiutano l’intestino a mantenersi regolare, favoriscono la crescita batterica intestinale e allo stesso tempo limitano l’assorbimento del colesterolo, contribuendo a mantenere sotto controllo il colesterolo cattivo.

Le castagne sono eccellenti per integrare l’apporto energetico giornaliero, e risultano un vero alleato sia per chi segue un’attività sportiva che per chi si trova sotto stress per una vita stressante dovuta a ritmi frenetici. Le castagne garantiscono un apporto energetico elevato e forniscono una sostenuta quantità di carboidrati, pur essendo prive di glutine e per questo motivo anche ideali per i celiaci.

Le castagne hanno anche ottime proprietà antinfiammatorie e per questo motivo sono indicate per chi deve affrontare un momento di ripresa dopo un periodo di malattia da raffreddamento, ma oltre ad essere perfette per rinforzare le difese immunitarie, grazie all’elevato apporto di vitamina C, sono particolarmente indicate anche per contrastare i radicali liberi.Castagne, controindicazioni e benefici

Proprio in virtù di tutte le proprietà benefiche che le contraddistinguono, le castagne sono note anche come “pane dei poveri”. In un alimenti piccolo e “popolare” sono racchiuse tantissime virtù.

Controindicazioni

Nonostante tutte le elencate proprietà benefiche, le castagne hanno anche delle controindicazioni per la salute. Innanzitutto sono un frutto spesso difficile da digerire, a causa dell’elevato contenuto di amido, e possono risultare quindi un po’ indigeste e poco tollerabili, soprattutto da chi ha problemi di colite e aerofagia. Inoltre proprio a causa dell’elevato contenuto energetico sono sconsigliate per chi ha problemi di obesità o di diabete.

L’elevato contenuto di tannino potrebbe risultare irritante per la mucosa intestinale e provocare tossicità epatica, per questo motivo occorre sempre consumarle con moderazione.

È inoltre indispensabile sapere che durante la cottura parte degli amidi si trasforma in zuccheri, il che rende le castagne più digeribili, ma anche più dolci, cosa da non sottovalutare se si hanno problemi di sovrappeso o se comunque si deve seguire una dieta ipocalorica.

Come consumare le castagne

Le castagne possono essere consumate crude, anche se questa pratica è sconsigliabile per la scarsa digeribilità di questo frutto crudo, cotte nel tradizionale modo come caldarroste, lesse o scelte come ingrediente di numerose ricette. Da provare anche la crema di castagne, una sorta di marmellata perfetta per essere gustata sul pane, per colazione, o come farcitura di crostate o dolci di vario tipo. Da non dimenticare inoltre le frittelle, la torta di castagne o ricette celebri della tradizione come il castagnaccio.Castagne, come consumarle

Leggi anche  Come conservare le castagne
Dai un Voto!
1 1 1 1 1
Media 5.00 (11 Voti)

Aggiungi commento



Codice di sicurezza
Aggiorna

 

© Copyright 2006-2019 - I contenuti pubblicati su questo sito sono di proprieta' di Marianna Pascarella - Tutti i diritti sono riservati.
RicetteDalMondo.it e' un sito di FOODIE LAB di Marianna Pascarella - P.IVA IT09215191215 / REA NA-1016927

Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter!
Riceverai gratuitamente le nostre Ricette e le ultime novità direttamente nella tua casella di posta.

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy