Cappelletti

Autore: Marianna Pascarella (aggiornata il )

I cappelletti (caplèt in romagnolo) sono un vanto della cucina romagnola, preparati con una sottilissima pasta fresca all'uovo ed un delizioso ripieno di carne. Spesso confusi con i loro cugini tortellini, i più autoctoni conoscono bene la differenza tra le due preparazioni e ci tengono a sottolinearne le differenze, che oltre nel ripieno e nella forma, risiedono soprattutto nel luogo di origine: di tradizione romagnola, reggiana, marchigiana e ferrarese i primi, tipicamente bolognesi i secondi.

I cappelletti sono una delle preparazioni di pasta fresca ripiena più tipiche del nostro Paese. Le massaie romagnole che tradizionalmente preparano chili e chili di queste prelibatezze ci tengono alla sottigliezza della sfoglia e alla dimensione dei cappelletti che devono essere quanto più piccoli possibile. Lavoro di precisione e di pazienza viene spesso affidato ad un gruppo di persone, proprio per velocizzare i tempi e rendere meno tedioso il lavoro stesso che, come in ogni altra circostanza, in compagnia diventa anche un momento piacevole, nonchè un'occasione per tramandare una tradizione.

DIFFICOLTA': Bassa PREPARAZIONE: 60 minuti RIPOSO: 30 minuti COTTURA: 20 minuti
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

I Consigli di Marianna

I cappelletti, un po' come accade con gli altri formati di pasta fresca, possono essere conservati, una volta asciugati, in un contenitore chiuso in frigorifero, per 2-3 giorni. Se avete utilizzato ingredienti freschi potrete anche congelare i cappelletti; metteteli quindi un po' distanziati su un vassoio e riponeteli in freezer per un paio d'ore. Riprendeteli e trasferiteli in un sacchetto o un contenitore specifico. Quando dovrete cuocerli non dovrete fare altro che immergerli direttamente in acqua bollente, senza necessità di scongelarli.


Cappelletti e tortellini: che differenza c'è?

Molti confondono le due preparazioni di pasta fresca, chiamandole in modo poco preciso, spesso confondendole e non distinguendole. In verità si tratta di due tipologie di pasta fresca ripiena diversa, alle quali è quindi giusto e doveroso dare onori e meriti specifici. I cappelletti sono tipici delle zone della romagna, del reggiano, del ferrarese e delle Marche, hanno un ripieno di carne, uova e parmigiano e vengono tradizionalmente cotti in brodo o al sugo. I tortellini invece sono tipici del bolognese, sono leggermente più grandi dei loro cugini e in genere presentano un "baffetto" dovuto alla piegatura dell'angolo esterno del triangolo con il quale si realizzano. La loro preparazione è rigorosamente in brodo di cappone, ma la differenza principale potremo dire che risiede nella farcitura; questi infatti hanno un ripieno a base di carne, prosciutto crudo dolce di Parma, mortadella bolognese, parmigiano e uova, riconosciuto e "stabilito" dalla Confraternita del Tortellino.

Dai un Voto!
1 1 1 1 1
Media 4.84 (49 Voti)

Aggiungi commento



Codice di sicurezza
Aggiorna

 

© Copyright 2006-2019 - I contenuti pubblicati su questo sito sono di proprieta' di Marianna Pascarella - Tutti i diritti sono riservati.
RicetteDalMondo.it e' un sito di FOODIE LAB di Marianna Pascarella - P.IVA IT09215191215 / REA NA-1016927

Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter!
Riceverai gratuitamente le nostre Ricette e le ultime novità direttamente nella tua casella di posta.

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy