5 alimenti da non lavare prima della cottura, dalla carne alle uova!

di RicetteDalMondo.it (aggiornata il 05-05-2022)

Alcuni sono piuttosto scontati, ad altri, invece, stenterete a credere: ecco i cibi che non vanno assolutamente lavati prima di essere cotti.

Ricetta 5 alimenti da non lavare prima della cottura, dalla carne alle uova!

Una delle prime regole in campo di igiene alimentare che ci viene insegnata fin da piccoli è quella di lavare i cibi prima di mangiarli. Ciò al fine di eliminare eventuali residui e sostanze non esattamente salutari in essi spesso contenuti. Se ciò, però, vale per la stragrande maggioranza di essi – ad iniziare dalla frutta e dalla verdura - non è valido per altri.

Esistono, infatti, alcuni alimenti che non andrebbero mai sciacquati con l’acqua corrente, ognuno per un suo proprio motivo che può avere a che fare con il sapore o con la sicurezza. Curiosi di scoprire quali sono i cibi da non lavare?

Eccone cinque!

 

Pollo

petto polloPerché lavare il petto di pollo? Se, come molti del resto, siete soliti farlo sia con quello intero che già ridotto a pezzi, sappiate che si tratta di un’abitudine alla quale dover porre fine. Se pensate, così facendo, di eliminare qualsiasi rischio, vi sbagliate.

Il pollo è, per sua natura, coperto da alcuni batteri. Non è però l’acqua ad eliminarli, bensì la cottura. Solo le alte temperature sono in grado di uccidere il Campylobacter, responsabile di un grande numero di intossicazioni alimentari, ed il pericolo che si insedi sul piano cottura, sugli utensili o sulle superfici della nostra cucina attraverso gli schizzi di acqua è molto elevato.

Uova

uovaAnche le uova non vanno assolutamente lavate. Se ricoperte da residui derivanti dal pollaio è bene, anche in questo caso, strofinarle delicatamente e pazientemente con un canovaccio, prestando attenzione a non farle rompere.

Per evitare che il batterio responsabile della salmonella, che si trova sul guscio, penetri all’interno delle uova, viene spesso spruzzata sopra una sostanza che è in grado di impedirlo. Lavandole con l’acqua corrente si rischia di farne andare a vuoto l’efficacia.

Per evitare contaminazioni nel frigo, invece, conservatele all’interno della loro originaria confezione.

Pasta

pastaProbabilmente sono in pochi a farlo, ma la pasta non si lava. A differenza di quanto accade per alcuni cereali quali il farro o l’orzo i quali, prima della cottura, vengono ripetutamente passati sotto il getto dell’acqua fredda, con la pasta non è necessario.

Il motivo? Lo strato esterno verrebbe eliminato, e con esso la capacità di assorbire una quantità maggiore di sugo una volta in padella. Non solo, ad andare via sarebbe anche parte dell’amido, lo stesso che per forza di cose dà sapore all’alimento più amato dagli italiani e per il quale ci invidiano in tutto il mondo.

No, quindi, al lavaggio della pasta, neanche nel caso in cui vogliate farne una insalata.

Funghi

funghiIl metodo migliore per pulire i funghi consiste dapprima nell’eliminare con un coltello i residui di terra, poi nello strofinarli molto delicatamente con un panno pulito per rimuovere gli eventuali residui rimasti.

I funghi sono, di fatto, simili alle spugne. Lavandoli con l’acqua si corre il rischio che la assorbano e che il loro sapore venga alterato, in peggio, ovviamente. Nel caso in cui non riusciate a resistere, passateli velocemente sotto l’acqua, asciugateli immediatamente con della carta assorbente e cuoceteli subito.

Carne rossa

carne rossaLavare la carne rossa prima di cucinarla non va bene. Oltre che per il sopracitato pericolo di contaminazione dei batteri in essa contenuti, a tale tipologia di carne (di manzo, soprattutto) il lavaggio crea problemi alla cottura.

Con l’acqua si aggiunge umidità all’alimento che non è certo buona compagna di un ottimo sapore. Se l’avete già lavata, cercate almeno di tamponarla bene con della carta assorbente da cucina.

Dai un Voto!
1 1 1 1 1
Media 5.00 (3 Voti)
Mostra i Commenti