Questo sito contribuisce alla audience di

La dieta per scegliere il sesso del bambino

di Marianna Pascarella ()
 
Stampa e Crea PDF Scarica come PDF
Scarica
Salva nei
Preferiti


Come scegliere il sesso del bambino

Finalmente è arrivato il momento tanto atteso: il test di gravidanza è positivo! La gioia più grande, il dono più prezioso, il miracolo ed il vero senso della vita, sta per arrivare! Dopo aver pensato a tutte le cose importanti legate ad una gravidanza ed aver scongiurato tutti i pericoli, arriva il momento di rilassarsi e pensare anche a qualcosa di leggero e frivolo… così ci si diverte a scoprire in anticipo il sesso del bambino portato in grembo!

L’inclinazione a preferire una femmina o un maschio non sono una pratica tanto recente ed ha spesso un’inclinazione culturale. In passato infatti, predominava la preferenza per i figli maschi, e questo perché in loro si vedeva una forza lavoro, quindi un aiuto alla famiglia, piuttosto che non solo una bocca da sfamare. Negli anni poi la preferenza per i maschi è continuata per il buon proseguimento delle dinastie, in quanto sono loro a portare con se il cognome e far così proseguire per generazioni un certo nome.

Oggigiorno, con la parità dei sessi, nonché la recentissima possibilità che si sta affacciando di poter scegliere il cognome del bambino, aggiungendo quello della madre, le motivazioni precedentemente dette vanno a crollare, cedendo il posto ad una “scelta” più libera tra maschio e femmina.

Mamma e papà si dilettano così ad immaginare la loro vita con una femminuccia o con maschietto, facendo una semplice ed innocua distinzione tra una casa invasa da bamboline o da macchine piuttosto che non una lezione di danza o di calcetto, una giornata di shopping o una partita di calcio seguita insieme! Alla fine si tratta solo di fantasie, che si ramificano in un verso piuttosto che nell’altro, lasciando che la mente vaghi un po’ tra i sogni in un dolce momento di attesa per la gioia più grande che una donna ed un uomo possano provare!

Ma se invece si potesse scegliere di concepire una femmina piuttosto che un maschio? Ebbene, la scelta preventiva del sesso del bambino è una cosa che può essere fatta in maniera precisa solo in laboratorio, attraverso la selezione dei geni, e questo, oltre a non essere ammesso dalla legge italiana, per alcuni è anche ritenuto immorale. Eppure ci sono delle pratiche più light, da prendere quindi anche senza troppe aspettative, che possono aiutare a concepire una femmina o un maschio.

Come si determina il sesso di un bambino

Prima di tutto occorre precisare (se non lo sapete già) che il sesso di un essere umano è determinato dalla combinazione dell’ultima coppia dei cromosomi. L'ultima coppia di cromosomi del bambino è determinata dalla combinazione di uno dei cromosomi della mamma, la cui coppia è XX, ed uno di quello del padre, la cui coppia è XY. Questo significa che mentre la cellula uovo ha sempre il cromosoma X e che quindi la mamma cede al piccolo sempre X, lo spermatozoo può avere o X o Y, quindi se il papà cede un X, la coppia del piccolo sarà XX, che determinano una femmina, se invece cede un Y, la coppia del piccolo sarà XY, determinando un maschio.

In definitiva si può quindi dire che è il padre a determinare il sesso del nascituro e, in generale, questo è imprevedibile, anche se alcuni fattori genetici possono determinare nell’uomo una maggiore presenza della coppia di cromosomi XX o XY.

E' possibile scegliere il sesso del bambino?

Alcuni studi hanno dimostrato che esistono dei fattori che possono influenzare la determinazione del sesso, uno di questi è l’alimentazione della mamma nella fase di pre-concepimento, che va ad influenzare il metabolismo materno, rendendo l’organismo più recettivo agli spermatozoi maschili o femminili.

Prendendo tutto con le dovute precauzioni e considerando che una dieta equilibrata e varia è fondamentale nella vita quotidiana e ancor più quando si decide di voler concepire un bambino, possiamo pensare di stilare una vera e propria dieta alimentare per concepire una femmina o un maschio. 

Dieta per concepire una femmina

Per concepire una femmina occorre una dieta ricca di calcio e magnesio, che limiti sodio e potassio. Sono da preferire quindi cibi come latte e derivati, formaggi e latticini, pollo, tacchino, crostacei, molluschi, lattuga, cavoli, cipolle, cocomero, pane senza sale, frutta secca (non salata), cacao.

Evitare (o almeno mantenersi nei limiti inferiori dell’apporto quotidiano): frutta (ad eccezione di mele e uva) e succhi di frutta, sale, pesci affumicati, carni rosse, insaccati, pomodori, legumi, castagne, cioccolato amaro, cipolla, soia.

Dieta per concepire un maschio

Per concepire un maschio occorre una dieta ricca di sodio e potassio, che limita calcio e magnesio. Sono da preferire quindi cibi come frutta, succhi di frutta, sale, tè, carni, pesce, patate, prezzemolo, legumi, pane,pasta,riso, biscotti.

Evitare (o almeno mantenersi nei limiti inferiori dell’apporto quotidiano): latte, crostacei, arselle, creme, dolci, uova, frutta secca, cacao. 

Se volete cimentarvi in una dieta per il concepimento potete parlarne con il vostro medico e farvi aiutare a sceglierne una che preferisca determinati cibi a dispetto di altri, mantenendo il giusto equilibrio tra tutto ciò di cui l’organismo ha bisogno!

Dai un Voto!
4.96575342466 1 1 1 1 1
Media 4.97 (146 Voti)

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Commenti   

 
Virginia
# 2014-10-22 12:26
Un articolo molto interessante! :-)
Rispondi | Rispondi e cita | Cita
 

© Copyright 2006-2017 - I contenuti pubblicati su questo sito sono di proprieta' di Marianna Pascarella - Tutti i diritti sono riservati.
RicetteDalMondo.it e' un sito di Mediaweb di Salvatore D'Onofrio - P.IVA 07569981215 / REA 895056 - Via Palazzuolo, 42 Scisciano (NA)

 
Diventa Fan su Facebook Seguici su Google+ Seguici su Twitter Guarda le Video Ricette Guarda i nostri Pin Abbonati al nostro RSS Feed
Iscriviti alla nostra Newsletter!
Riceverai gratuitamente le nostre Ricette e le ultime novità direttamente nella tua casella di posta.

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy